A Bamako, capitale del Mali, la notizia della liberazione dei 4 ostaggi era nell’aria da qualche giorno. E, secondo quanto si evince da alcuni documenti, padre Maccalli, Nicola Chiacchio, la cooperante francese Sophie Pétronin e Soumaïla Cissé, leader del partito Union pour la République et la Démocratie (Urd) sono già stati liberati martedì 6 ottobre. […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Luce e gas, l’Antitrust vs Enel & C.

prev
Articolo Successivo

Caso Navalny, “Europa unita per le sanzioni alla Russia”

next