Il premier israeliano Benjamin Netanyahu ha rivelato l’esistenza di un deposito segreto di armi di Hezbollah nel cuore di Beirut. “Abbiamo assistito alla terribile esplosione al porto di Beirut il mese scorso”, ha dichiarato Netanyahu nel suo discorso all’Assemblea Generale dell’Onu, sottolineando che “duecento persone sono morte, migliaia sono state ferite e 250mila sono rimaste […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 13,99€ / mese per il primo anno
( successivamente 14,99€/mese )

Articolo Precedente

“Una storia al contrario”, ovvero come diventare precari da adulti

prev
Articolo Successivo

La Gregoretti-story del Capitano Salvini, dai migranti in mare al via al processo

next