I danni dell'uomo

Mantova, quella montagna di rifiuti che minaccia la salute, le falde e il lago

Un'area grande come 10 campi di calcio coperta di sostanza pericolose (nel terreno sono stati trovati cadmio e arsenico), oltre che balle di carta. Materiale proveniente dagli Usa ma classificato in maniera più lasca rispetto alle regole Ue. Ora è partito l'esposto alla procura

Di Pietro Mecarozzi
22 Settembre 2020

Una montagna di cartacce e rifiuti di varia natura, circa 10 campi da calcio, dai quali fuoriescono miasmi diretti nel fiume e poi nel lago Mincio. Sarebbe questo il quadro che circonda la cartiera Pro-Gest, alla periferia di Mantova. Si parla di circa 100 mila tonnellate, stoccate anche in aree prive di impermeabilizzazione, in cui […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 15,99€ / mese

Ti potrebbero interessare

Gentile lettore, la pubblicazione dei commenti è sospesa dalle 20 alle 9, i commenti per ogni articolo saranno chiusi dopo 72 ore, il massimo di caratteri consentito per ogni messaggio è di 1.500 e ogni utente può postare al massimo 150 commenti alla settimana. Abbiamo deciso di impostare questi limiti per migliorare la qualità del dibattito. È necessario attenersi Termini e Condizioni di utilizzo del sito (in particolare punti 3 e 5): evitare gli insulti, le accuse senza fondamento e mantenersi in tema con la discussione. I commenti saranno pubblicati dopo essere stati letti e approvati, ad eccezione di quelli pubblicati dagli utenti in white list (vedere il punto 3 della nostra policy). Infine non è consentito accedere al servizio tramite account multipli. Vi preghiamo di segnalare eventuali problemi tecnici al nostro supporto tecnico La Redazione