Il peggio per le famiglie e le imprese non è affatto passato con il tax day affrontato ieri in cui sono ripresi i versamenti di ritenute, addizionali Irpef, Iva e contributi Inps dei mesi di marzo, aprile e maggio, sospesi a causa del Covid-19 dai decreti Cura Italia e Liquidità. Per milioni di contribuenti più […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Ursula: “Sì ai salari minimi”. Ora l’Italia non ha più alibi

prev
Articolo Successivo

Lavoro e tasse, le sfide del Recovery

next