Via i commissari straordinari voluti dall’Anticorruzione dopo lo scandalo tangenti. In liquidazione dopo quarant’anni il Consorzio Venezia Nuova, grazie a una nuova figura di commissario, che dovrà completare i lavori del Mose, con il recupero di 530 milioni di fondi derivanti da risparmi di oneri finanziari, occupandosi di compensazioni e contenzioso con le società private […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Enzo Biagi, cento anni fa nasceva il giornalista “con la schiena dritta” che creò un modo nuovo di fare tv

prev
Articolo Successivo

A Malpensa torna in pista il partito del cemento: il piano per l’espansione

next