Domani è un altro giorno cruciale nel ritorno alla vita come la conoscevamo prima. In gran parte d’Italia riaprono negozi, ristoranti, barbieri, alberghi, spiagge. La normalità però è ancora molto lontana. Non solo perché tanti imprenditori non possono o non vogliono riprendere la loro attività con le regole attuali, ma perché le abitudini delle persone […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

“Sotto controllo, ma restano dei focolai: non mollare ora”

prev
Articolo Successivo

Zaia? No, il Veneto lo ha salvato Crisanti, nonostante il boiardo della Sanità Mantoan

next