Le strutture in ferro delle palazzine e dei magazzini di ciò che rimane della 3V Sigma, si innalzano come scheletri vuoti nel grande piazzale allagato a Porto Marghera. Dopo quattro ore di lotta contro le fiamme, una novantina di vigili del fuoco sono riusciti a circoscrivere l’incendio di un’azienda chimica che produce solventi e additivi […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 10,99€ / mese*
*fino al 30 Settembre 2021

Articolo Precedente

Pressing sul governo per riaprire la Serie A Il calcio punta tutto sul “modello tedesco”

prev
Articolo Successivo

Le navi ferme nei porti coi motori accesi

next