Chi paga il prezzo di un ulteriore aumento del debito pubblico italiano? Premesso che gli Stati, diversamente dagli individui, sono astrattamente immortali, un problema di restituzione in sé del debito sovrano non esiste; e quindi questo “peso” viene trasmesso di generazione in generazione senza particolari patemi d’animo. La vera questione, dunque, è quella della gestione […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese per il primo anno

Articolo Precedente

Orgasmi certificati e brani di Pupo: via libera da Conte

prev
Articolo Successivo

La vignetta di Franzaroli

next