C’è un nuovo fronte che rischia di minare la coesione dell’Ue: lo scontro sugli aiuti di Stato autorizzati da Bruxelles per contrastare la recessione innescata dal coronavirus. L’Unione ha da sempre regole ferree sui contributi pubblici, per evitare che i Paesi che hanno finanze pubbliche più floride possano mettere in campo una massa maggiore di […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Il sindacalista di Berlino: “L’Italia non può essere lasciata sola, serve debito comune”

prev
Articolo Successivo

Il Nord-Ovest e la Fase 2: – “È ancora troppo presto”

next