Nel calcio italiano fermato dal Coronavirus è in corso una guerra fra ricchi che si sono riscoperti poveri. L’ultimo fronte è il taglio degli stipendi dei giocatori, inevitabile per la tenuta del sistema, su cui però le parti non trovano accordo. Ancora più intransigente degli stessi calciatori, che ad esempio alla Juventus un’intesa l’hanno già […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Resistenze quotidiane: disegni, musica, poesie e bagni… di gong

prev
Articolo Successivo

Quarantena, la polizia spara in aria per farla rispettare

next