Quattro medici specializzandi in Rianimazione e Anestesia delle Università Federico II e Vanvivelli di Napoli retribuiti con circa 1.700 euro al mese, tre uomini e una donna, hanno rifiutato un’assunzione con contratto di sei mesi per combattere l’emergenza coronavirus, con uno stipendio base di circa 2.200 euro netti, lievitabile a 2.500 e anche a 3.000 […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 13,99€ / mese per il primo anno
( successivamente 14,99€/mese )

Articolo Precedente

“Altro che eroi, per noi infermieri co.co.co. a 13 euro”

prev
Articolo Successivo

Di Maio: “Le mascherine arriveranno. Anche la diplomazia salva vite”

next