La paura si prende Montecitorio e spalanca le porte, le finestre, i corridoi. Il virus, il nemico che non si può toccare, lascia fuori un deputato contagiato e 14 suoi colleghi, alle prese con tamponi e auto-isolamento. E tutti gli altri eletti, quelli dentro la Camera in un mercoledì lunare, sembrano turisti di passaggio. In […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese per il primo anno

Articolo Precedente

Coronavirus, la cura della verità e la peste del panico

prev
Articolo Successivo

I dubbi di Bonafede sulle scarcerazioni

next