“Oggi non sono più serena, per anni non ho dormito la notte e non guido più la macchina per paura di quegli agenti investigatori che il mio ex mi aveva messo alle calcagna. Eppure è tutto prescritto”. Patrizia Pagliarone, 49 anni, di Taranto, è sconsolata, ormai rassegnata. Di fronte a una giustizia che, dice lei, […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 19,99€ per 3 mesi

Articolo Precedente

Mail Box

prev
Articolo Successivo

Roma, Raggi gioca la carta Metro D per ricandidarsi

next