Un’isoletta sul lago, la leggenda maledetta di una strega, la nebbia, piante e alberi come ombre sinistre e assassine. E cinque bambini su una barca, di notte. Quattro femmine e un maschio. Maria e la sorellina Rosa, Lisa, Elena e Matteo. Lo sbarco sull’usola della Strega è orrore puro. Un richiamo inspiegabile verso il Male. […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€/mese

Articolo Precedente

Ma che piagnoni sono questi romani

prev
Articolo Successivo

Altro che Pop: Jim Dine è un maestro

next