Le elezioni regionali sono lontane e i sondaggi, almeno per il momento, somigliano a una faticosa salita di montagna. Eppure i ballottaggi per la scelta dei candidati governatori dei 5 Stelle in Puglia, Toscana e Liguria si rivelano specchio perfetto delle spaccature che agitano il Movimento nei territori tanto quanto nei vertici nazionali. Il primo […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 13,99€ / mese per il primo anno
( successivamente 14,99€/mese )

Articolo Precedente

Di Maio dà l’addio. Oggi l’annuncio del passo indietro

prev
Articolo Successivo

Fatto a mano di Natangelo

next