In principio fu il “patto delle sardine” tra Bossi, D’Alema e Buttiglione – siamo nel dicembre 1994 – per far cadere il primo governo Berlusconi. Poi vennero tutti gli altri accordi gastronomici della storia politica italiana: dal “patto della crostata” a casa di Gianni Letta in cui il leader maximo, Berlusconi e Fini salvarono la […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Rosso di Sera, romantico Matteo

prev
Articolo Successivo

Bonaccini fa la “sardina” e spera nel voto disgiunto

next