Domenico Iannacone è un uomo di confine, è fatale che ogni tanto torni a Scampia, Fortezza Bastiani al confine tra perdizione e rinascita. Per inaugurare il ritorno di Che ci faccio qui? (Rai3, lunedì sera) ha incontrato tra le Vele e le ruspe Davide Cerullo, camorrista a dieci anni. “La camorra ci ha dato come […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Marianne, la pantera sempre innamorata

prev
Articolo Successivo

La vignetta di Beppe Mora

next