Lara Comi a parte, la seconda puntata del premiato tangentificio Lombardia dirada le nebbie padane dentro le quali si nasconde il ruolo della Lega. Nel mirino della Procura entrano anche personaggi di Forza Italia di rilievo nazionale come il non indagato Marco Bestetti, nuovo delfino di Silvio Berlusconi, presidente del Municipio 7 e coordinatore nazionale […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese per il primo anno

Articolo Precedente

Tangenti, arrestata la Comi: “Soldi Ue per FI e Jurassic”

prev
Articolo Successivo

Lara, l’enfant prodige delle ragazze di B. risparmiata dal “ciarpame senza pudore”

next