“Il rione di Sanfrediano è ‘di là d’Arno’, è quel grosso mucchio di case tra la riva sinistra del fiume, la Chiesa del Carmine e le pendici di Bellosguardo; dall’alto, simili a contrafforti, lo circondano Palazzo Pitti e i bastioni medicei; l’Arno vi scorre nel suo letto più disteso … Quanto v’è di perfetto, in […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 10,99€ / mese*
*fino al 30 Settembre 2021

Articolo Precedente

Musica&mafia: così nasce lo stile “neomelodico”

prev
Articolo Successivo

La vita avventurosa del partigiano torinese che spiava per Stalin

next