Leggono quelle agenzie che sono cazzotti, e quasi non ci credono. “Siamo stupiti” dicono dal circolo ristretto di Luigi Di Maio quando Giuseppe Conte comincia a picchiare da Perugia, dicendo no a tutte le richieste 5 Stelle. Poi rincarano: “Ci addolora”. “È incredibile” commentano, mentre Di Maio, appena arrivato a Matera per un’iniziativa sull’Expo, cerca […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Manovra, ora è Conte che scarica i 5 Stelle: “Chi non ci sta è fuori”

prev
Articolo Successivo

La Leopolda l’abbraccia: “Di Maio è come Renzi”

next