I governi cambiano, le vecchie abitudini restano. La Camera ha detto no agli arresti domiciliari per Diego Sozzani, deputato forzista accusato, tra l’altro, di finanziamento illecito dei partiti. E questo anche al prezzo di smentire la Giunta per le autorizzazioni di Montecitorio, che prima della pausa estiva aveva dato semaforo verde ai magistrati. L’aula ha […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

La Cattiveria 1909

prev
Articolo Successivo

“Paperino” che si “inginocchia per 3 lire”

next