La soluzione del “rebus Umbria” è vicina. Per completarlo serve un nome, un volto, uno slogan. Poi anche l’alleanza Pd-M5S sui territori – oltre a quella nazionale – sarà cosa fatta. A 40 giorni dalle elezioni regionali umbre, primo vero test del Conte 2 alle prese con l’ordalia leghista, l’intesa tra i due partiti di […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Regionali, Di Maio punta anche il Sud: Calabria e Campania

prev
Articolo Successivo

“Ringrazio Luigi, ma non mi candido”

next