“È soltanto una misura cautelativa perché sono dei decreti fatti in agosto, quando la crisi politica era già aperta. Non c’è, quindi, la volontà di disfare, semplicemente guardiamo la cosa con attenzione”. A cercare di stemperare le polemiche è il neo ministro dei Beni culturali e del turismo, Dario Franceschini, a proposito della frenata che […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Guerini, il neo-Dc che piace ai generali. Alla Difesa è l’ora della “normalizzazione”

prev
Articolo Successivo

Fine vita, la Cei cerca aiuto per anticipare la Consulta

next