Incandidabile perché condannato definitivamente a due anni di carcere per bancarotta fraudolenta. Sono queste le ragioni reali per le quali il segretario della Lega di Riace, Claudio Falchi, si è dimesso da consigliere comunale di maggioranza dopo essere stato eletto nella lista “Trasparenza e legalità”. Sono passati pochi giorni e di trasparente e legale in […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Val d’Aosta-Parigi: si indaga sulla dépendance regionale

prev
Articolo Successivo

Il carabiniere non sparò: anche lui era disarmato

next