La prudenza è obbligatoria, ma l’intesa di massima tra Movimento 5 Stelle e Pd per un nuovo governo va nella direzione e nei tempi indicati dal Quirinale. Dopo il primo giro di consultazioni, il presidente della Repubblica Sergio Mattarella aveva concesso qualche giorno ai partiti – proprio 5 Stelle e dem, a meno di un […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€/mese

Articolo Precedente

Cade il tabù su Conte. Il governo è quasi fatto

prev
Articolo Successivo

Il nodo dei 2 “vice”, ma stavolta forse il premier fa da solo

next