“Le strade che abbiamo davanti sono tre, mica due”. Mi ha scritto un compagno (fa strano, ma i compagni esistono). Ho chiesto spiegazioni. Prima strada, mi scrive, niente governo, elezioni, il Pd va benino (la polarizzazione, il bene e il male, ecc.), i pentastellati malino e il polo reazionario Salvini-Meloni prende il Paese per i […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 19,99€ per 3 mesi

Articolo Precedente

Becchi e i suoi fratelli: la Lega continua a tentare di far pace

prev
Articolo Successivo

Governo, Lombardi: “L’accordo con il Pd va trovato. Di Maio non sieda nel governo”

next