Signor presidente del Senato, onorevoli senatrici e onorevoli senatori (…), ho sempre limpidamente sostenuto che, in caso di interruzione anticipata dell’azione di governo, sarei tornato qui, nella sede istituzionale dove inizialmente ho raccolto la fiducia. Tengo a precisare che questa iniziativa nasce dalla profonda convinzione che il confronto in quest’Aula, franco, trasparente, sia lo strumento […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 19,99€ per 3 mesi

Articolo Precedente

I pontieri 5S-Pd al lavoro, ma l’accordo è difficile

prev
Articolo Successivo

Il Capitano lo ricorderemo così, umiliato da metaforici ceffoni

next