Tre approvazioni in Aula, tutte con maggioranze molto ampie. Perché sul taglio del numero dei parlamentari sembravano finora quasi tutti d’accordo col M5S, fautore della riforma: Lega, Fratelli d’Italia e pure un pezzo di Forza Italia. Un mese fa, in occasione dell’ultimo via libera al Senato, Salvini si intestava la riforma sui social: “Taglio di […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

“Proviamo a fare un governo, con il Pd c’è molto in comune”

prev
Articolo Successivo

“Assegni non dovuti in 7 casi su 10”. M5S a Garavaglia: cretinate

next