Il dossier

Quel filo “russo” che unisce i leghisti di Intesa a Mosca

Avamposto - Andrea Mascetti (“il nostro uomo lì”) e Antonio Fallico, l’amico di B. a capo della filiale: l’ascesa dei banchieri cari alla Lega

Di Lorenzo Bagnoli e Luca Rinaldi*
11 Luglio 2019

C’è un personaggio che assume nuovo spessore nella trattativa della Lega a Mosca per far arrivare al partito 5,5 milioni di euro tramite un accordo tra Rosneft ed Eni. “Un uomo che si chiama Mascetti”, dicono gli italiani che si trovano nell’hotel Metropol di Mosca, finiti nella registrazione pubblicata da BuzzFeed(“è un nostro uomo”). Andrea […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 15,99€ / mese

Ti potrebbero interessare

I commenti a questo articolo sono attualmente chiusi.