La politica nel cortocircuito pericoloso dei social network Gentile redazione, uno dei più grandi difetti dell’essere umano in quest’era profondamente social è ciò che viene definito gratificazione istantanea, cioè quel bisogno di ricevere un immediato feedback gradevole. Vogliamo il piacere e lo vogliamo subito. È inevitabile che questa dinamica premi, in certi casi, lo stomaco […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

C’è vita nel Pd. Ma solo quando si tratta di menarsi

prev
Articolo Successivo

Chi è il proprietario del mare

next