Salvini riscuote consensi per la mediocrità degli elettori In un dibattito su La7, Mieli, Pansa e Sgarbi sostenevano che Salvini è forte, furbo e intelligente. Dissento assolutamente. Secondo me, il ministro è di intelligenza media, non è colto e forte, ed è mediamente furbo. Ecco perché riceve consensi. La sua mediocrità incontra quella di tanti […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Berlinguer “La sua moralità non si tocca” “Vada a chiedere a chi ha ‘subìto’ i comunisti”

prev
Articolo Successivo

Procure e nomine: è l’ora del coming out

next