I Gilet gialli sono tornati al loro primo amore: i caselli autostradali e le rotatorie. Per il 32° sabato consecutivo della contestazione – 11.800 presenze secondo il ministero dell’Interno, di cui 1.100 a Parigi – ieri, quel gruppo di manifestanti che dopo sette mesi di lotta sociale non si arrende, è tornato a bloccare le […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

La scrittrice: “The Donald mi stuprò”

prev
Articolo Successivo

“Io, sindaco zingaro e rumeno contro l’Afd”

next