Giustizia: Salvini vuole tornare all’800, ma i magistrati no Matteo Salvini ha prospettato una tesi: qualsiasi magistrato che consideri illegittimo un provvedimento del governo deve astenersi dal pronunciarsi in una causa in cui la legittimità di quel provvedimento sia messa in discussione. Era dalla prima metà dell’800, oltre duecento anni fa, che nessuno aveva […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Milano Next: come la città rischia di perdere il tram

prev
Articolo Successivo

Trump e le pseudo gaffe. Criticarlo sempre può essere un boomerang

next