Dossier - Esposti anonomi e sponde giudiziarie

La rete di Palamara e la diffusione del “complotto” Eni

Nel 2015 le false accuse per depistare le indagini milanesi sulla corruzione internazionale della compania petroliferi

4 Giugno 2019

È Eni uno dei nervi scoperti dello scandalo che sta investendo Luca Palamara, i suoi amici e il Consiglio superiore della magistratura. Le alchimie correntizie di Palamara riguardavano le nomine ai vertici delle Procure di Roma, Perugia, Firenze e Torino, certo. Lambivano l’indagine Consip in cui era rimasto impigliato Luca Lotti, ex ministro del governo […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 9,99€ per il primo mese
Dopo 15,99€ / mese

Ti potrebbero interessare

I commenti a questo articolo sono attualmente chiusi.