Dopo tre giorni passati ai domiciliari, torna libera Deborah Sciacquatori, la ragazza di 19 anni arrestata per aver ucciso il padre Lorenzo, nel loro appartamento a Monterotondo, vicino Roma. Il procuratore di Tivoli Francesco Menditto annuncia che non ci sono esigenze cautelari anche perché l’atto “si può qualificare allo stato come episodio di eccesso colposo”. […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 19,99€ per 3 mesi

Articolo Precedente

Il tribunale su Alemanno: “Funzione venduta in cambio di soldi da parte di Buzzi”

prev
Articolo Successivo

Buste esplosive ai magistrati, arrestati tre anarchici: “Voglio mettere le bombe”

next