Quella di Renault potrebbe diventare presto una battaglia su due fronti. Da un lato ci sarebbe l’ipotetica conclusione della collaborazione con Gruppo Daimler (che ha marchi come Mercedes Benz e Smart), iniziata nel 2010. Una separazione auspicata dal nuovo ad del gruppo tedesco, Ola Kallenius, che avrebbe teorizzato un piano di taglio dei costi da […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Domenica di ordinaria follia: quando il calcio è furti e botte

prev
Articolo Successivo

Lancia riesce a fare meglio di Alfa Romeo

next