Non drammatizziamo… è solo questione di corna. Potremmo agevolmente convenire, ma non è un film di François Truffaut (Domicile conjugal in originale, 1970), bensì di Muayad Alayan, e sopra tutto non è Parigi, ma Gerusalemme, e lì le corna non sono semplicemente corna, anzi, non sono corna. Opera seconda del regista palestinese di Amore, furti […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Burgess, vendetta all’Arancia (filosofica)

prev
Articolo Successivo

Gli 80 anni fantascientifici di Francis Ford Coppola

next