Manlio Cerroni, patron della discarica di Malagrotta, spera che giustizia sia fatta. E che la Cassazione faccia ottenere alle sua aziende, oggi in amministrazione giudiziaria, ben 900 milioni dall’Ama, la municipalizzata capitolina dei rifiuti. Il ricorso alla Suprema Corte, depositato qualche settimana fa dagli avvocati di Cerroni, punta ad annullare la sentenza con cui a […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

L’affare sporco sull’energia pulita vale 1,5 miliardi

prev
Articolo Successivo

La Procura: nessun reato dalla Raggi. I sindacati infastiditi: “Mobilitazione”

next