Dieci anni dopo il mussoliniano Vincere, Marco Bellocchio torna in Concorso al Festival di Cannes con Il Traditore, ovvero un altro protagonista della storia patria: Tommaso Buscetta, mafioso e collaboratore di giustizia. Due anni fa, presentando il progetto proprio sulla Croisette, sostenne che “tradire non sempre è un’infamia”, oggi – ieri, Giovedì Santo, quello del […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

“I potenti si congratulano, ma poi non fanno niente”

prev
Articolo Successivo

Nuovo cinema McEnroe: il tennis formato 16 mm

next