Affaire Umbria

Pd, la spinta di Zingaretti: Marini costretta a dimettersi

Scaricata - La “resistenza” sgretola sotto i colpi dell’inchiesta e il segretario chiama la governatrice per l’ultimo atto: riunioni e vertici poi la scelta finale

17 Aprile 2019

“Ritengo doloroso, ma giusto, rassegnare ora le mie dimissioni da presidente della Regione Umbria, perché ritengo di tutelare così l’istituzione che ho avuto l’onore di guidare, salvaguardare l’immagine della mia regione e della mia comunità e al tempo stesso avere la libertà di dimostrare la mia correttezza come persona e come amministratore pubblico”. Mancano pochi […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 15,99€ / mese

Ti potrebbero interessare

I commenti a questo articolo sono attualmente chiusi.