Uno scontro durissimo tra Lega e M5S, un presidente della Repubblica preoccupato per “l’isolamento” italiano, un primo ministro, Giuseppe Conte, che cerca di far quadrare curve complesse, un governo, quello libico, che gioca alla minaccia del terrorismo. Dietro la tragedia libica prevale il gioco politico e la propaganda. Lo scontro furibondo che si è avuto […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Contro il Matteo “sfaticato”. La tattica 5Stelle per le urne

prev
Articolo Successivo

Sorpresa: pure i grillini “processano” Foa

next