Abuso d’ufficio, rivelazione del segreto d’ufficio, favoreggiamento e falso sono le ipotesi di reato nell’inchiesta su presunte irregolarità commesse in un concorso per assunzioni in ambito sanitario. La presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini (Pd) è indagata per rivelazione di segreto e abuso d’ufficio. Da venerdì, inoltre, sono ai domiciliari Gianpiero Bocci, segretario del Pd […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Non solo Pd: sulla sanità umbra c’è l’ombra della massoneria

prev
Articolo Successivo

Di Maio sorride, i candidati no Il grande gelo per le 5 capolista

next