Com’è noto le autorità britanniche hanno arrestato Julian Assange, il fondatore di Wikileaks, con l’accusa di aver violato la libertà su cauzione (s’era rifugiato 7 anni fa nell’ambasciata dell’Ecuador, che ora gli ha dato il benservito). Su Assange pende una richiesta di estradizione degli Stati Uniti del marzo 2018. L’accusa, messa in piedi dall’Amministrazione Trump […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€/mese

Articolo Precedente

Strozzapreti

prev
Articolo Successivo

La vignetta di Franzaroli

next