Io, suprematista bianco, sto con Dio (e con il Capitano)

31 Marzo 2019

Tutto ciò di cui si parla nelle righe che seguono, purtroppo, non è frutto di fantasia.   Sono un suprematista bianco e finalmente posso dirmi orgoglioso di essere italiano, un italiano vero. Un patriota che è stato liberato dalla dittatura radical chic del politicamente corretto e che ora può liberamente dire pane al pane e […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 15,99€ / mese

Ti potrebbero interessare

I commenti a questo articolo sono attualmente chiusi.