Affermare la sacralità della famiglia, tutelare il “ruolo della donna”, ma soprattutto celebrare “la bellezza del matrimonio”. Il Congresso della famiglia di Verona, al centro delle polemiche per la partecipazione di diversi esponenti politici e del governo, dichiara così alcuni dei suoi intenti per gli incontri di fine settimana. E sarà forse per tener fede […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Medici, ministri, direttori. Gli ultrà della cattodestra

prev
Articolo Successivo

“A Verona io non ci vado, ora è uno spot per Salvini”

next