Una decina di tram guasti, trentotto autobus, due impianti di smaltimento rifiuti e centinaia di cassonetti andati a fuoco. Da oltre un anno le fiamme avvolgono sedi e mezzi di due municipalizzate romane: l’Atac e l’Ama. E puntualmente la Procura di Roma apre fascicoli per capire le cause degli incendi e se vi sia o […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Servizi non richiesti. L’inutile corsa dei consumatori contro le aziende

prev
Articolo Successivo

Tangenti a tavola: “Presi 5 mila euro a una cena”

next