“I dominanti possono lamentarsi di un governo o dell’altro, ma la politica non causa loro problemi di digestione, non spezza loro la schiena, non cambia mai la loro vita. Per loro la politica è una questione estetica, un modo di pensarsi, di vedere il mondo, di costruire se stessi. Per noi, era vivere o morire”. […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Mail box

prev
Articolo Successivo

La Renzi-Boschi può rovinare pure Zingaretti

next