“Pazzo, tossicodipendente, psicopatico, ma non un terrorista”. Così la vittima della violenza sessuale commessa nel luglio 2017 da Gokmen Tanis, 37 anni, ha descritto al giornale Algemeen Dagblad il suo violentatore; Tanis è anche il responsabile della sparatoria a Utrecht, due giorni fa, che ha provocato 3 morti e 5 feriti. Tanis era stato rilasciato […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Nazarbayev, dimissioni alla kazaka. Tutto il potere nelle mani della figlia

prev
Articolo Successivo

Sempre caro mi fu quel selfie con Giacomo

next