La nave approdata in agosto incrocia quella appena sequestrata. Il profilo della Diciotti, l’imbarcazione dell’inchiesta a cui è ancora appeso a Matteo Salvini, si confonde con quello della Mare Jonio, in un gioco di specchi e cattivi pensieri. Perché oggi il Senato voterà sulla richiesta di rinvio a giudizio per sequestro di persona di Matteo […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Mar Jonio a Lampedusa Salvini: “Ong in manette”

prev
Articolo Successivo

La direttiva del Viminale non cambia leggi e trattati

next