Via della seta

Il risveglio atlantista di Salvini. Sulla Cina gela Di Maio e il Colle

Il n. 1 del Carroccio e il plenipotenziario ai rapporti con gli States Picchi attaccano il memorandum con Pechino avallato anche da Mattarella: “Ancora molti dubbi”

15 Marzo 2019

Per essere la quinta colonna di Vladimir Putin in Occidente, Matteo Salvini e la sua Lega sembrano piuttosto sensibili agli ordini in arrivo da Washington. Anche a costo di dare un dispiacere al Quirinale che si è assai esposto – con un pranzo al Colle e poi sulla stampa – per benedire il Memorandum tra […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Ti potrebbero interessare

I commenti a questo articolo sono attualmente chiusi.